Ricerca & Sviluppo - AgroVis Srl

Vai ai contenuti

Menu principale:

L'azienda





Nata con uno spirito innovativo e propositivo, la Agrovis S.r.l., ha confermato questa sua filosofia realizzando un progetto di ricerca in collaborazione con il Consiglio Nazionale delle Ricerche:

I.B.P.    ISTITUTO DI BIOCHIMICA DELLE PROTEINE DEL CNR DI NAPOLI

I.S.A.   ISTITUTO DI SCIENZE DELL'ALIMENTAZIONE DEL CNR DI AVELLINO



Scopo della ricerca è stato quello di adattarsi alle esigenze strettamente legate all'applicazione delle moderne tecniche di panificazione che necessitano di materie prime in grado di assicurare elevati standard qualitativi ed una razionalizzazione dei tempi di produzione. Infatti la crescente attenzione dei consumatori finali verso diete bilanciate ha costretto le aziende di panificazione ad offrire prodotti con un maggior valore aggiunto e con un più alto contenuto di servizio. 

Tale tipo di strategia presuppone una varietà di prodotti da banco da offrire alla clientela finale resa possibile attraverso l'utilizzo delle celle di ferma-lievitazione. La risoluzione di tali problematiche garantisce all'Agrovis, da sempre attenta ad anticipare le aspettative del mercato, un legame indissolubile con la propria clientela sempre più attenta ad un discorso qualità.

Il progetto è stato posto in essere principalmente per ampliare la conoscenza sul ruolo tecnologico che gli enzimi hanno nei processi di panificazione. Una continua ricerca comporta inevitabilmente il raggiungimento di risultati innovativi che vanno a vantaggio del miglioramento del prodotto finito destinato al consumatore finale.

Le azioni conseguite hanno riguardato la ricerca e sviluppo di sistemi enzimatici in grado di sostituire miglioratori a base emulsionante e la loro coesistenza all'interno degli impasti con grassi animali, in modo tale da migliorare le caratteristiche tecnologiche, nutrizionali e sensoriali del prodotto finito con l'utilizzo di semilavorati composti esclusivamente da materie prime "naturali".

I risultati della ricerca hanno portato, dove possibile, alla sostituzione di prodotti chimici con quelli naturali, andando a vantaggio sia dei panificatori, attualmente legati ad obblighi legislativi sulla dichiarazione di prodotti emulsionati all'interno del prodotto finito, sia dei consumatori finali, che possono beneficiare di proprietà nutrizionali strettamente legate ai processi naturali.
Si è passati poi alla ricerca e sviluppo di sistemi enzimatici adattabili ai processi di produzione tramite l'utilizzazione di celle di abbattimento, in grado di mantenere inalterate in toto le caratteristiche chimiche e tecnologiche dell'impasto pane (tenacità, elasticità, macchinabilità).

Prodotti adatti all'utilizzo di celle di abbattimento consente di razionalizzare i processi produttivi, permettendo il miglioramento dell'attività lavorativa dei singoli operatori ed assicurando l'attuazione di una politica di differenziazione dei prodotti da banco indispensabile per offrire un "pane" con un maggior valore aggiunto e con un elevato contenuto di servizio.

Infine la Agrovis si è proposta di standardizzare bighe liofilizzate approntate in laboratorio e rispondenti alle caratteristiche iniziali delle bighe prodotte dai singoli panificatori. Attraverso un monitoraggio di queste ultime si è cercato l'equilibrio migliore delle varie caratteristiche per ottenere un costente risultato finale. Inoltre, essendo la biga strettamente legata ai fattori ambientali (microbiologici e microclimatici) dei singoli laboratori di panificazione, non è possibile ottenere sempre prodotti stabili, pertanto l'utilizzo di bighe liofilizzate standardizzate consentirà ai panificatori di ottenere un risultato finale sempre costante e quindi rispondente ai canoni della qualità.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu